caifossano.it

caifossano.it

FAQ

CHIARIMENTO 15

Per tutte le spedizioni che dovessero richiedere obbligatoriamente l’apposizione del mittente direttamente sul plico da spedire, si dovrà procedere nel modo seguente:

-il plico principale dell’offerta, contenente a sua volta i due plichi A e B (cfr Bando art. 7.4), che dovrà essere assolutamente anonimo, come richiesto dal bando, dovrà necessariamente essere introdotto in un altro involucro esterno (busta, pacco, ecc.), con funzione esclusiva di spedizione e trasporto.

Su tale involucro, oltre all’indirizzo di spedizione, potrà essere apposto il mittente.

La Segreteria Tecnica del CAI (v. art. 8.2 del Bando), garante del mantenimento dell’anonimato, provvederà ad eliminare il suddetto involucro esterno, ad apporre sul plico anonimo interno data e ora di ricevimento e a consegnarlo successivamente alla Commissione Giudicatrice insieme con tutti gli altri plichi ricevuti.

Per tutti i plichi eventualmente pervenuti con queste modalità alla tabaccheria “I tre fiammiferi”, la procedura prevede che l’esercente si limiti a ritirare il pacco, registrarne data e ora di arrivo, assegnargli un numero univoco di riscontro tramite tagliandi numerati progressivamente con matrice e figlia, e a controfirmare l’eventuale documento di consegna del trasportatore. La matrice di questi tagliandi sarà allegata al plico mentre la figlia sarà allegata alla ricevuta di ritorno al mittente.

I plichi saranno poi consegnati alla Segreteria del CAI che li prenderà in carico e li tratterà come più sopra descritto.

Un verbale di consegna sarà controfirmato tra l’esercente della tabaccheria e il CAI, dal quale risulterà il numero di plichi ricevuti, i riferimenti temporali e le relative modalità di spedizione o consegna.

Posted 1 month agoby federaico

QUESITO N° 14 Buongiorno, vorrei sapere se per partecipare al bando 'La perla dell'Ischiator' é possibile partecipare in gruppo con un collega con un’ultra ventennale esperienza nel campo dei rifugi alpini.

CHIARIMENTO 14 Nel merito si rimanda all’art. 6 “CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE (soggetti ammessi)”, in cui è chiaramente prevista la possibilità…

CHIARIMENTO 14

Nel merito si rimanda all’art. 6 “CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE (soggetti ammessi)”, in cui è chiaramente prevista la possibilità di partecipare in gruppo.

Richiamiamo però l’attenzione sul vincolo che tutti i componenti del gruppo devono possedere i requisiti richiesti, in particolare la condizione di “Under 40”.

Nel caso specifico, qualora il collega con un’esperienza ultraventennale avesse età superiore a quella ammessa, la partecipazione al bando dovrebbe essere fatta a titolo individuale dal candidato con i requisiti previsti dal bando, mentre il collega potrebbe essere citato come consulente/collaboratore.

Posted 1 month agoby federaico

CHIARIMENTO N°12:

Vedi chiarimenti N° 1 e N° 3

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°11:

In linea di massima i materiali necessari per opere murarie devono essere portati sul posto da valle. Per modeste opere tipo muretti a secco, gradoni per il sentiero o passaggi per il guado, si possono reperire in zona materiali lapidei grezzi di varia pezzatura.

Non è stato ipotizzato un budget da non oltrepassare.

Qualora un progetto risultasse veramente convincente per innovazione, sostenibilità, qualità architettonica e praticità ma richiedesse uno sforzo economico importante, potrebbe essere valutata la sua realizzazione in più fasi, realizzandolo in più anni, spalmando così i costi su più esercizi economici.

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°10:

Quesiti di carattere AMMINISTRATIVO

- art. 6 - Per l’ammissione al concorso non è indispensabile il titolo di studio in architettura, ingegneria e/o l’iscrizione ad Albo professionale.

La partecipazione al concorso al concorso pur essendo indirizzata in particolare a figure professionali qualificate, è aperta anche a figure meno titolate, da qui il termine generico “progettisti visionari”, purché (e questa è l’unica condizione) queste siano in grado <<..di produrre le idee in coerenza col tema proposto e di esporle correttamente per mezzo degli elaborati tecnici richiesti..>>.

L’apertura di cui sopra è motivata dal fatto che l’ente banditore, per lo scopo e con lo strumento prefissati (v. art 3 del bando), intende ampliare il bacino dei possibili partecipanti, troppo ristretto se plafonato verso l’alto dal limite d’età e verso il basso dall’obbligo del conseguimento di una laurea.

- art.7 - Non vi sono indicazioni particolari in merito a colore, tipologia e formato dei plichi, salvo quanto espressamente richiesto e specificato all’art.7 e a quanto ulteriormente ribadito all’art.8.3 comma 2 e comma4 del bando.

L’anonimato è necessario per dare trasparenza e correttezza all’operato della commissione giudicatrice; strumento principale per il conseguimento di quanto sopra è la separazione tra la proposta progettuale e il suo autore fino a quando non sarà attribuito a ciascuna proposta il punteggio scaturito dalle valutazioni della commissione.

La garanzia dell’anonimato per le offerte valide è assicurata in prima istanza dalla segreteria tecnica (v.art.8.2 del bando) che si occuperà di raccogliere tutte le offerte e tenere traccia di data , ora e luogo di ricevimento di ogni proposta.

Successivamente, all’apertura delle buste, la garanzia dell’anonimato sarà assicurata da una rigorosa procedura operativa descritta per sommi capi all’art. 8.3 del bando.

La triplice copia, di cui all’art. 7.5 del bando, è necessaria per la sola documentazione progettuale richiesta espressamente. E’ facoltà del concorrente presentare gli eventuali ulteriori materiali esplicativi nel numero di copie che ritiene più opportuno.

- art.7.5 - La relazione descrittiva deve contenere solo testo. In essa si può fare riferimento a immagini illustrative consegnate a parte come ulteriori materiali esplicativi (art. 7.5 c.3 ).

Quesiti di carattere PROGETTUALE

- art.4 - Per area esterna antistante l’ingresso del rifugio si intende tutta la zona davanti al rifugio, cioè il lato verso valle.

In questa zona è ricompresa a pieno titolo anche la parte di area sul lato destro guardando l’ingresso (zona rifugio invernale e servizi igienici), un po’ più defilata e ora mal utilizzata.

E’ da considerare inoltre anche il pendio, in parte roccioso, sempre lato verso valle, sul quale potrebbe essere individuato il percorso alternativo al sentiero di accesso.

- art.4.2 - Percorso alternativo: questo tipo di valutazione deve essere fatta da ogni singolo concorrente dopo aver preso visione dei luoghi.

Il tema del “BENVENUTO” è lasciato alla libera interpretazione dei concorrenti.

Nel testo del bando a tale proposito sono stati suggeriti alcuni punti di riflessione; la sensibilità del progettista potrebbe svilupparli, oppure contestarli con valide argomentazioni, oppure individuare altre soluzioni ritenute più congrue.

- Per quanto riguarda la pensilina ipotizzata a proposito di “protezione” occorre dire che il rifugio è sottoposto al vincolo paesaggistico ma riteniamo che l’eventuale struttura possa essere ancorata all’edificio esistente. Naturalmente qualsiasi opera che dovrà essere eseguita dovrà prima seguire il normale iter burocratico autorizzativo che comprende il nulla osta dell’ufficio Tecnico Comunale e l’autorizzazione della Soprintendenza per la compatibilità Paesaggistica.

- In merito al tema ”AGGREGAZIONE”, l’area è quella esterna come sopra specificato, è possibile ipotizzare pavimentazioni (ovviamente congrue con l’ambiente) e arredi per esterni. La zona può essere a cielo aperto, una eventuale copertura può essere oggetto di valutazione se opportunamente inserita.

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°9:

In merito alla prima questione Lei ha perfettamente ragione, c’è un errore nella denominazione dei prospetti; in effetti, come correttamente rilevato, quelli indicati come “Prospetto Sud-Ovest” e “Prospetto Nord-Ovest”  sono in realtà rispettivamente il prospetto Sud-Est e Prospetto Nord-Est.

Ci scusiamo per l’inesattezza; provvederemo quanto prima a correggere gli elaborati grafici.

Per quanto concerne le altre domande, come già risposto ad analoghe richieste di altri concorrenti (vedi chiarimento N° 4), non disponiamo di rilievi specifici e di planimetrie dei percorsi di accesso al rifugio né di altro materiale di maggior dettaglio (foto comprese).

Sul nostro sito (nella Gallery) però, sono disponibili fotografie sia in ambiente estivo, sia invernale  e recentemente abbiamo aggiunto anche un breve filmato con camera su un drone (sezione Filmati), che pur non essendo stato realizzato per i fini del bando rende comunque idea dell’ambiente in cui è inserito il rifugio e della zona antistante, oggetto del bando.

Per il tracciato dei sentieri è comunque sufficiente riferirsi alla cartografia ufficiale facilmente reperibile (meglio se almeno 1:25000).

Raccomandiamo però caldamente di effettuare un sopralluogo, come già suggerito nel bando (art. 5), perché per lo sviluppo del tema relativo al percorso alternativo di accesso al rifugio è a nostro avviso fondamentale il contatto diretto con l’ambiente.

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°7:

Per la prima domanda vedi risposta al chiarimento N° 1.

Per la seconda domanda, chi non fosse iscritto ad  un Albo professionale può omettere questi dati, della documentazione amministrativa,  lasciando libero il campo.

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°6:

Vedi chiarimento N° 1

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°4:

Non disponiamo di rilievi specifici e di planimetrie dei percorsi di accesso al rifugio.

Per quanto riguarda il tracciato dei sentieri provenienti dai valloni limitrofi e dal fondovalle è sufficiente riferirsi alla cartografia ufficiale facilmente reperibile.

Per lo sviluppo del tema relativo al percorso alternativo di accesso al rifugio consigliamo caldamente di effettuare un sopralluogo così come suggerito in art. 5 del bando.

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°3:

Non esistono vincoli di tipo territoriale

Posted 2 months agoby federaico

CHIARIMENTO N°2:

Vedi chiarimento N° 1

Posted 2 months agoby federaico

QUESITO N° 1 – Sono ammessi a partecipare al concorso singoli progettisti non ancora iscritti al corrispettivo collegio o ordine?

CHIARIMENTO N°1: Sono ammessi al concorso anche progettisti non iscritti ad albi professionali.

CHIARIMENTO N°1:

Sono ammessi al concorso anche progettisti non iscritti ad albi professionali.

Posted 2 months agoby federaico

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione e la sicurezza del sito, per fornire funzionalità dei social media, fornire servizi quali mappe di google e video youtube e per analizzare il nostro traffico. Utilizziamo cookie per visualizzare annunci pubblicitari personalizzati con il servizio google adsense nella sezione Monti e Valli. Acconsenti ai nostri cookie cliccando su Accetto e continui ad utilizzare il nostro sito web. Visualizza la cookie-policy con il pulsante 'saperne di più'